Con profonda disperazione e tristezza dobbiamo raccontare l’ennesimo atto vile e di estrema crudeltà nei confronti di un cucciolo di nemmeno un mese di vita.

Il 15 ottobre in piena notte riceviamo una telefonata che ci fa rabbrividire! La voce tremante di una signora ci racconta di aver appena assistito ad una scena raccapricciante: dal balcone della sua abitazione in periferia si accorge che dal finestrino di auto in movimento viene lanciato qualcosa… sentendo guaire si precipita giù e si trova davanti il corpicino di un cucciolo quasi esanime.
Inoltre ci dice addolorata di non aver fatto in tempo a leggere la targa dell’auto, ciò che pensa di aver visto è una macchina tipo panda di colore chiaro. Giunti sul posto troviamo la signora accanto al cucciolo riverso sul ciglio della strada, i suoi rantoli erano strazianti così certi che si tratta di qualcosa di grave decidiamo di portarlo subito in una cilinica veterinaria di Catania.
Un’ora di strada angosciante con la consapevolezza che il cucciolo stava lottando tra la vita e la morte. Giunti in clinica il cucciolo viene immesiatamente visitato e la diagnosi purtroppo è grave trauma cranico, conseguenza del lancio dall’auto.

Il cucciolo, che abbiamo chiamato Zizù continuava ad avere convulsioni, presentava perdita di sangue dal naso, episodi di vomito misto a sangue, incapacità di reggersi sulle quattro zampe e di tenere dritta la testa, inoltre teneva gli occhietti chiusi e la cosa che più ci ha sconvolto erano i suoi rantoli continui dovuti allo shock.
Zizù viene ricoverato, messo sotto fluidi per eseguire la terapia antiedemica al fine di tentare il riassorbimento del probabile edema cerebrale.
In questo momento la prognosi è riservata, se risponderà alla terapia avrà bisogno di ulteriori accertamenti per verificare se l’entità del danno neurologico sarà compatibile con la sua vita.
Oggi è il secondo giorno di ricovero e le sue condizioni sono stabili.
Noi siamo davvero disperate e abbiamo tanto bisogno del vostro sostegno per poter continuare ad aiutare Zizù. Purtroppo non abbiamo più fondi e le condizioni di Zizù necessitano di ricovero e cure alle quali non possiamo far fronte economicamente.

ZIZU’ HA BISOGNO DI NOI E DI VOI…
Chi volesse aiutarlo, anche con un contributo simbolico, può farlo mediante:
– bonifico su conto corrente postale num. IT82 J076 0116 8000 0100 7936 444 intestato a Lav Enna
– Poste Pay numero 4023 6006 2150 2063
Codice fiscale: CSTLSU90B62C351W intestata a Luisa Costanzo

Ricordiamo che tutte le spese mediche affrontate saranno rendicontate.

Potete seguire gli aggiornamenti sull’evento:https://www.facebook.com/events/235181349972595/?source=1

I correlati