Schoep è un adulto di 19 anni che soffre di una brutta forma di artrite per cui i movimenti ma anche il sonno sono difficili e dolorosi. Il suo amico/padrone John per alleviargli i dolori alle ossa lo teneva teneramente in braccio immerso in acqua.


La foto è stata postata da una fotografa sul suo profilo e da lì ha iniziato a viaggiare di bacheca in bacheca fino a fare il giro del mondo con centinaia di condivisioni. Una foto “virale” usando le terminologie del marketing. Una immagine di profondo amore del padrone per il proprio , di forte empatia e partecipazione al dolore dell’altro.
In moltissimi mossi dal profondo legame colto dallo scatto hanno iniziato a mandare regali e denaro.
E Schoep che sarebbe andato in contro alla “morte dolce” di lì a poco ha iniziato a ricevere invece una laser terapia, associata a glucosamina e una particolare medicazione, tanto che oggi ha una diversa prospettiva di vita grazie a queste cure. Se a luglio Schoep andava in contro all’eutanasia, già ad agosto le cose erano cambiate perché Schoep migliorava.
Dall’affetto e la condivisione scatenate attraverso i social network Schoep ha ricevuto in regalo anche una ciotola speciale che gli permette di mangiare senza problemi, un letto che gli permette di dormire.
Con la ragguardevole cifra di 25.000 dollari, Schoep potrà essere curato per tutto il resto della vita e potrà nascere una Fondazione a lui intitolata per aiutare gli altri animali in difficoltà la Schoep’s Legacy Foundation.
La dichiarazione rilasciata da John all’Huffington Post è stata piena di gratitudine verso tutti quelli che hanno aperto il proprio cuore e offerto a lui e al suo .

I correlati