Pulire i denti al è un’operazione abbastanza difficile…
Occorrono molta pazienza e gli strumenti giusti e ovviamente tutto dipende anche dal rapporto che si ha con il stesso.
Curando l’igiene orale del tuo amico però eviterai alito cattivo e problemi alle gengive causa di possibili malattie.

Cosa occorre:
– dentitricio specifico per cani (o bicarbonato di sodio)
– spazzolino specifico per cani

La faccia esterna dei denti è quella su cui si accumula più placca perchè non è raggiunta dall’azione della lingua. Per riuscire a spazzolare i denti al ed al gatto ogni giorno, è consigliabile cominciare ad abituarli fin da piccoli.
Ci si mette frontalmente all’animale, con una mano si solleva il labbro superiore e con l’altra si introduce lo spazzolino tra la guancia ed i denti, si appoggiano le setole ai denti e si strofina con movimenti circolari tutti i denti, superiori ed inferiori, da un lato e poi dall’altro. Utilizzare anche una pasta dentifricia ad uso veterinario, permette di controllare meglio e contenere la proliferazione della flora batterica (placca).
Negli animali che non si lasciano trattare, l’igiene orale può essere migliorata tramite l’utilizzo di spray da nebulizzare direttamente sulle gengive, senza strofinare, che aiutano il contenimento della proliferazione batterica.