Pecorino era il più piccolo di una cucciolata e siccome per lui non si riuscì a trovare una nuova famiglia, il fotografo (viennese)Toni Anzenberger lo adottò…

Pecorino era un tranquillo, riservato, molto amichevole. Aveva tanta paura dei temporali… mangiava con moderazione e con preferenza cibi vegetariani.
All`eta di circa sei mesi Toni lo portò con se per un viaggio di lavoro in Toscana, dove doveva scattare dei foto. Durante quel viaggio Pecorino, quasi per sbaglio, s`introdusse in una foto e Toni capì improvvisamente che la sua presenza casuale animava la scena.
Da allora seguivano tanti viaggi, sempre con Pecorino come fotomodello. Non ha mai frequentato una scuola per cani fu un talento naturale. Rimaneva per piu di 10 secondi immobile in una posizione qualsiasi e come compenso esigeva soltanto qualche carezza.
cane-pecorino-frutta1Le sue foto e le storie fotografiche sono state pubblicate da grandi riviste in tutto il mondo.
L`ultimo libro Pecorino und die Kunst des Pilgerns-Ein Hund geht den Franziskusweg ( Pecorino e l`arte del pellegrinaggio-Un sul cammino di San Francesco ) non racconta soltanto il pellegrinaggio di Pecorino ma contiene anche tanti spunti biografici.
L` 11 settembre 2012 Pecorino si addormentò per sempre fra le braccia di Toni suo adorato padrone.