Lo sapevate che il vostro o gatto possono soffrire di allergie stagionali proprio come noi?

Secondo un sondaggio condotto da Novartis , oltre la metà dei proprietari di animali domestici non sono consapevoli che i loro animali domestici possono sentirsi nella stagione primaverile male grazie a pollini e altri allergeni ambientali.

Ci sono principalmente due tipi di allergie: le allergie alimentari e allergie ambientali. Se il vostro animale domestico avverte prurito in primavera, estate o in autunno, lui è probabilmente allergico alla stagionalità, agli allergeni ambientali. Ma se i suoi sintomi continuano tutto l’anno, è più probabile che la sua sensibilità è qualcosa di più costante nel suo ambiente, o di qualcosa nella sua dieta.

Ci sono un paio di eccezioni a questa regola, tuttavia. Se vivete in una zona climatica con la stagione invernale non molto rigida, gli allergeni ambientali possono accumularsi e causare problemi per tutto l’anno per il vostro animale. Inoltre, le allergie stagionali possono progredire ad allergie tutto l’anno.

A differenza degli uomini i cui sintomi dell’allergie di solito coinvolgono le vie respiratorie, le allergie nei cani e gatti più spesso prendono la forma di irritazione cutanea o infiammazione – una condizione chiamata dermatite allergica.

Se il vostro animale ha allergie, lui sentirà molto prurito. Si inizierà a graffiare eccessivamente, e potrebbe mordersi o grattarsi in alcune zone del suo corpo. Può strofinarsi contro superfici verticali come mobili, o potrebbe strofinare il viso contro il tappeto. Fa tutto questo perché cerca di alleviare il prurito  con ogni mezzo possibile.

Se il ciclo di prurito-graffio continua, la sua pelle diventa infiammata e rossa. Altri segni di dermatite allergica comprendono aree di perdita di peli, ferite aperte sulla pelle, e formazione di croste.

Questi sfoghi si possono sviluppare nei cani (più raramente si vedono nei gatti). La pelle sarà infiammata e infetta dai batteri naturali che ricoprono una superficie della pelle del vostro . Tipicamente la pelle sarà molto rossa, e spesso vi è il sanguinamento e la perdita dei peli.

Gli animali con allergie spesso hanno problemi con le loro orecchie – in particolare i cani. I canali auricolari possono essere coinvolti da prurito e infiammazione, come parte di una reazione allergica generalizzata, oppure possono svilupparsi infettati da batteri.

Mentre sintomi respiratori non sono comuni negli animali da compagnia con le allergie. Un naso che cola, lacrimazione degli occhi, tosse e starnuti sono sintomi tipici allergiche per chi soffre di allergie .

In genere gli animali domestici con allergie stagionali di ambrosia, erbe, pollini, muffe e alberi, possono sviluppare la sensibilità ad altri allergeni inalati attraverso il naso e la bocca. Gli animali con carenze nei loro campi polmonari possono sviluppare sinusite e bronchite, proprio come fanno le persone.

Un altro segno da guardare se si sospetta che il vostro animale domestico ha allergie è un arrossamento generalizzato . Animali con allergie hanno spesso gli occhi rossi gonfi, tessuto orale rosso,  zampe rosse.

Le reazioni allergiche sono prodotte dal sistema immunitario del vostro animale domestico, e il modo in cui il sistema immunitario funziona dipende sia della natura (la sua genetica) che dalla sua educazione (il suo ambiente).

Un giovane cucciolo di o di gatto, di circa 4-6 mesi di età, inizia ad avere un po la pancia rossa, il prurito alle orecchie , e una lieve infezione in un orecchio. Il suo veterinario considera il cucciolo sintomaticamente e inizia a fornirgli qualche sollievo.
L’anno seguente, non appena il clima si riscalda, l’animale viene portato di nuovo al suo veterinario avendo molto prurito alle zampe, un’altra infezione all’orecchio. Anche in questo caso, il veterinario tratta i sintomi con gli steroidi fino a quando il tempo diventa freddo ed i sintomi scompaiono.
Anno tre, lo stesso animale domestico soffre di rossore alla pelle  da maggio a settembre , la pelle infiammata, magari un po di perdita di peli, orecchie e infezioni della pelle, e la tendenza a mordersi le zampe fino a quando non sanguina.
Entro cinque anni, tutti i sintomi sono cresciuti significativamente peggiorando e la sofferenza dell’ animale è ormai tutto l’anno.
Questo è ciò che accade di solito con allergie ambientali stagionali. Quanto più il vostro animale domestico è esposto agli allergeni lui è sensibile, la sua reazione allergica diventa più intensa e di lunga durata.

Dal momento che l’allergene è molto più pesante all’aperto quindi il vostro animale domestico è molto più sensibile all’ambiente ed è più suscettibile , i  passi essenziali per gestire la sua condizione sono pulire le zampe e il pelo quando rientra da fuori  bagni regolari durante i mesi più caldi, quando tutti questi pollini sono in fiore.

Dermatologi raccomandano questo approccio di buon senso per chi soffre di allergie umane. Se si dispone di ipersensibilità, il vostro medico vi dirà di fare la doccia di sera e di mattina per rimuovere gli allergeni dalla superficie del vostro corpo. Consiglio di fare lo stesso per il vostro o gatto.

Bagni completi frequenti danno un’ immediato sollievo all’animale con prurito e lavare via gli allergeni sul pelo e la pelle. Assicurarsi di utilizzare uno shampoo a base di farina d’avena .
Pulire le zampe è anche un ottimo modo per ridurre la quantità di allergeni il vostro animale non porterà tracce in casa e si riduce il diffondere in tutto l’ambiente interno.
Cercare di mantenere le aree della casa dove il vostro animale trascorre la maggior parte del suo tempo il più possibile privo di allergeni. Pavimenti puliti  utilizzare detergenti semplici,per la pulizia della casa che non contengano sostanze chimiche.
Poiché le allergie sono una risposta del sistema immunitario, è importante mantenere la funzione immunitaria ottimale del vostro animale domestico. Questo significa evitare le vaccinazioni e farmaci non necessari. I vaccini stimolano il sistema immunitario, che è l’ultima cosa che il vostro animale domestico con allergie ambientali stagionali ha bisogno.
Dare al vostro animale domestico una dieta anti-infiammatoria. Gli alimenti che creano o peggiorano l’infiammazione sono ad alto contenuto di carboidrati,  affrontare la questione con un veterinario olistico è un aspetto importante per ridurre le reazioni allergiche nel corso del tempo.

Ad esempio:la quercetina è un flavonoide con proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti.L’istamina è ciò che provoca gran parte della infiammazione, arrossamento e irritazione caratteristici di una reazione allergica. Disattivando la produzione di istamina con un supplemento di quercetina, possiamo sopprimere o almeno moderare gli effetti di infiammazione.

Omega-3 acidi grassi. Gli acidi grassi Omega-3 aiutano a ridurre l’infiammazione in tutto il corpo.In aggiunta nella dieta di tutti gli animali domestici – in particolare animali che lottano con le allergie ambientali stagionali – è molto vantaggioso. Le migliori fonti di omega 3 sono olio di salmone, olio di tonno, olio di acciughe e altri oli derivanti dai pesci.

Olio di cocco è un ottimo alleato per gli animali domestici che soffrono di allergie. L’olio di cocco contiene acido laurico. Utilizzando un olio per il corpo  a base di cocco prima di una reazione infiammatoria nel corpo del vostro animale domestico può aiutare notevolmente o addirittura sopprimere la risposta infiammatoria.

Scritto da AnnaFederica

I correlati