Forse per leggerezza, o inconsapevolezza dell’effetto deleterio sui propri cuccioli…molti sono i padroni che fumano in presenza degli amici a quattro zampe, senza valutare quanto il fumo passivo nuoccia particolarmente al benessere di cani e gatti. Gli animali possono venire a contatto con le sostanze rilasciate dall’emissione dil fumo di sigaretta che si depositano sul pavimento o sul pelo, incorrendo in tumori a linfonodi, naso e polmoni, allergie, patologie oculari e cutanee e problemi respiratori. I cani con un proprietario fumatore hanno il rischio di sviluppare il cancro al polmone il 50% in più rispetto agli altri cani che vivono in ambienti frequentati da non fumatori(l’incidenza maggiore è stato trovata in particolare tra le razze di cani con la canna nasale lunga). Anche se c’è da sottolineare il fatto che i cani non fumano direttamente e in loro il cancro al polmone è molto raro. Fortunatamente, secondo alcuni studi, molti proprietari di animali domestici abbiano smesso l’abitudine di fumare quando hanno appreso che un ambiente impregnato di fumo è particolarmente tossico per questi ultimi.

Fonte: nationalcorner.it

I correlati