Tempo di cuccioli;
molti di noi si inteneriscono davanti ad un piccolo quadrupede festante e tondeggiante, lo sguardo languido e il fare impacciato impongono il nostro senso di “Maternage” a decidere per l’adozione .


Nulla in contrario sempre che la scelta sia ponderata e consapevole dell’impegno e dei doveri che comporta avere un cucciolo di in famiglia … una volta fatti i conti con gli ONERI ci potremo godere gli ONORI. uno degli impegni più importanti e responsabili è la scelta di un valido medico che si occuperà della salute del cucciolo fino a seguirlo per tutte le fasi della crescita e della vita.

La visita veterinaria del cucciolo:

Una volta deciso di portare a casa un cucciolo, bisogna quanto prima fargli fare un’approfondita visita veterinaria per valutare il suo stato di salute.
La prima visita riveste un ruolo fondamentale poiché solo un cucciolo sano è un cucciolo felice! Essendo l’ ambulatorio run luogo nuovo e pieno di odori, potrebbe per il nostro piccolo amico rappresentare un luogo pericoloso o/e comunque strassante, è quindi fondamentale che il proprietario si atteggi al piccolo peloso in modo gioioso, lodando i buoni comportamenti e distraendo il cucciolo con giochi o piccolo premi alimentari per quanto concerne il medico è fondamentale l’accoglienza al e una corretta e “gentile”manipolazione dello stesso.

Una volta sul tavolo da visita il piccolo deve essere analizzato dalla punta del naso a quella della coda. Per non tralasciare nulla il proprio inizierà controllando che il tartufo del cucciolo sia pulito e umido e non presenti croste o ferite; si continua poi con il controllare la bocca del cucciolo soprattutto per verificare la fuoriuscita dei dentini e per accertarsi che le gengive siano sane e di buon colore; si passa poi a controllare gli occhi che devono essere puliti, limpidi, vispi e non presentare alcuna cisposità; poi è la volta delle orecchie le quali vanno controllate e pulite periodicamente per scongiurare il pericolo dell’instaurarsi di un’otite.

E’ il caso poi di controllare con uno stetoscopio il torace del o del gatto per controllarne respiro e cuore; sarà il caso successivamente di fare una bella palpatina al pancino per controllore se ha qualche dolore addominale sospetto; ovviamente non deve essere trascurata un’analisi completa del mantello per scongiurare la presenza di parassiti e/o croste o ferite di vario genere; in ogni caso se il piccolo ha già almeno due mesi di età il vi consiglierà di utilizzare un prodotto antiparassitario e vi spiegherà modi e tempi di applicazione.

E’ importante controllare che anche la temperatura sia quella giusta che orientativamente in un cucciolo varia dai 38° ai 39° gradi … nell’adulto si stabilizza attorno ai 38° … e fare un esame delle feci per mettere in evidenza dei parassiti intestinali che cuccioli di poche settimane quasi sempre hanno e che posso essere cause di dissenterie a volte fatali.

Infine è sempre bene sincerarsi della perfetta integrità della coda,prolungamento della colonna vertebrale, quindi sensibile e non da considerarsi come un appiglio visto che è una delle parti maggiormente esposta ad eventi traumatici domestici.

Un’altra cosa che sicuramente il vostro non dimenticherà sarà quella di volta in volta di pesare il piccolo in modo da verificare il suo incremento di peso. Infine verrà impostato il protocollo vaccinale ideale per il vostro cucciolo che inizia intorno ai due mesi di età e che comprende la copertura per le seguenti malattie parvovirosi, coronavirosi, cimurro, epatite infettiva, leptospirosi, tosse dei canili ed eventualmente rabbia se si tratta di un , mentre se abbiamo un gattino il piano vaccinale deve difendere da malattie respiratorie, panleucopenia, leucemia, clamidiosi eventualmente rabbia.

Molto importante è anche la pianificazione della profilassi contro la Filariosi Cardio Polmonare, malattia trasmessa da una particolare Zanzara la quale veicola e inocula il parassita Filaria all’interno del sottoforma di uova che schiudendosi si trasformano in larve che annidiandosi nel cuore del lo possono portare addirittura alla morte.

Si concluderà la visita lodando e premiando il cucciolo affinche porti con se un positivo ricordo di tutto ciò che gli è stato fatto.

I correlati